Scadenza Concessioni 2030

scadenza concessioni 2030

Nel 2030 scadranno le concessioni per la gestione delle reti di distribuzione elettrica in Italia.

Le gare per le nuove assegnazioni dovranno essere bandite entro il 2025 (come previsto dal decreto Bersani del 1999) e le concessioni non potranno avere dimensioni superiori ad un quarto del totale; inoltre, la transizione energetica e gli investimenti su di essa vestiranno un ruolo importante nella definizione del nuovo asset.

Come cambierà la gestione e la direzione del settore alla luce di queste premesse?

Gli autori Carlo Amenta, Filippo Passerini e Carlo Stagnaro hanno realizzato per l’istituto Bruno Leoni uno Special Report intitolato “Per ogni fine c’è un nuovo inizio, Il futuro della distribuzione elettrica dopo il 2030”.

La ricerca analizza il futuro cambiamento nel settore (al momento la distribuzione elettrica in Italia è concentrata nelle mani del principale operatore – e-distribuzione - che serve oltre l’80% dei clienti finali) ipotizzando quattro proposte di organizzazione e suddivisione in ambiti territoriali e la modalità di svolgimento delle gare.

Parte inferiore news

 

La scadenza del 2030 – come riportano gli autori – può apparire lontana ma quella del 2025 è imminente. E’ opportuno che si inizi a prendere sul serio la domanda sul disegno delle gare che dovranno ridefinire un segmento fondamentale dei nostri sistemi energetici, cogliendo magari l’opportunità di disegnare un assetto che renda più efficace, nell’interesse della collettività, pianificazione, sviluppo e gestione coordinata o unitaria delle infrastrutture di distribuzione dell’energia nel loro complesso, quale che sia il vettore energetico considerato.”

L’istituto Bruno Leoni è un centro di ricerca non-profit ispirato al modello dei think tank anglosassoni, organismi indipendenti politicamente composti da gruppi di esperti in diverse discipline, con lo scopo di offrire un contributo al dibattito pubblico proponendo strategie per la risoluzione di problemi di natura economica, politica, sociale ed ambientale

Consigliamo a chi desidera approfondire l’argomento, la lettura del report consultabile e scaricabile dal sito dell’Istituto, al seguente link:

https://www.brunoleoni.it/ricerche/per-ogni-fine-c-un-nuovo-inizio/

 

fonti:

https://energiaoltre.it/un-nuovo-studio-svela-il-futuro-per-la-distribuzione-elettrica-dopo-il-2030/

https://opinione.it/economia/2024/03/08/istituto-bruno-leoni-reti-di-distribuzione-elettrica-amenta-passerini-stagnaro/